vai al contenuto principale della pagina

Andrea Alciato

1492 - 1550

Profilo

Umanista. Vd., oltre a CIL VI, p. xlviii n. XXXI e CIL V, pp. xiii, 430 n. XIII, da ultimo vd. D. Russell, Alciato (Andrea), in Centuriae latinae cit., 51-56, ed il volume miscellaneo Andrea Alciato umanista europeo [Periodico della Società Storica Comasca, 61 (1999)], Como 1999, che raccoglie le relazioni tenute ad Alzate Brianza e a Como i giorni 7-9 maggio 1993 per il Convegno Internazionale di Studio su Andrea Alciato in occasione del V Centenario della nascita; infine D. Osler, Andreas Alciatus (1492-1550) as philologist, in D. Maffei – I. Birocchi – M. Caravale – U. Petronio (cur.), A Ennio Cortese, III, Roma 2001, 1-7. È autore del codice appartenuto a Carlo Fea (1753-1836) ora Vat. lat. 10546; ampia trattazione ora in A. Ferrua, Andrea Alciato e l’epigrafia paleocristiana, in Arch. Soc. Rom. Storia Patria, 112 (1989), 249-268; id., Andrea Alciato e l’epigrafia pagana, ibid., 113 (1990), 209-233; id., Andrea Alciato (1492-1551) e l’epigrafia antica del Lazio, ibid., 114 (1991), 101-116. Cf. anche F. Vuilleumier - P. Laurens, Fra storia e emblema. La raccolta delle iscrizioni milanesi di Andrea Alciato, in Eutopia, 3, 1-2 (1994), 179-216; Buonocore, Tra i codici cit., 42-44.

Elenco dei personaggi

Theodor Mommsen