vai al contenuto principale della pagina

Girolamo Amati

1786 - 1834

Profilo

Dal 1804 Scriptor Graecus alla Vaticana. Oltre ad A. Petrucci, Amati, Girolamo, in DBI, II, Roma 1960, 673-675, si rimanda a M. Buonocore, Girolamo Amati e il Monumentum Volusiorum ad viam Appiam, in Rend. Pontif. Accad. Arch., 55-56 (1982-1984) [1985], 447-459; id., L’attività epigrafica di Girolamo Amati negli anni romani 1818-Bull. Ist. Belge Rome, 55-56 (1985-1986), 237-252; id., Codices Vaticani Latini. Codices 9734 - 9782 (Codices Amatiani), Bibliotheca Apostolica Vaticana 1988; id., Tra i codici cit., 56-72. Inoltre G. Bevilacqua, Antiche iscrizioni augurali e magiche dai codici di Girolamo Amati. Antiquaria, collezionismo, codici antichi (Opuscula epigraphica, 2), Roma 1991; M. Pandolfini, Rivista di Epigrafia Italica. Etrusco, in Stud. Etr., 56 (1989-1990) [1991], 307-309 n. 17, 336-337 nn. 46-47, 345-346 nn. 64-67.

Elenco dei personaggi

Theodor Mommsen